Recensione: BUFFALO LinkStation PRO il NAS evoluto ad alte prestazioni!

02 Marzo 2011 15


BUFFALO, l'azienda giapponese, conosciuta per dischi (soprattutto di rete) professionali dedicati ad aziende ed imprese, estende la sua gamma di prodotti NAS con una soluzione domestica: l' LS-VL.

Il BUFFALO LinkStation Pro appartiene alla categoria dei NAS, anche se è molto più evoluto e presenta numerose nuove e utili funzionalità; non a caso viene definito "Multimedia Shared Network Storage".

Ricordiamo che il Network Attached Storage (NAS) è un dispositivo che permette di condividere, tra gli utenti di una rete, un' area di storage (per il nostro prodotto in recensione un HD di 1 TB). In questo modo abbiamo la possibilità di aver in un unico dispositivo i nostri file e potervi accedere dalle varie postazioni (PC, Portatitili, Console, etc.) sparsi nella rete domestica.

Il dispositivo LinkStation Pro di Buffalo è facile da installare consente di archiviare e condividere musica, foto e video sia da casa che online; di trasmetterli a PC, Mac, PS3®, Xbox 360®, lettori multimediali DLNA collegati alla rete, iPhone o Buffalo LinkTheater.
È possibile accedere e condividere raccolte multimediali ovunque e in qualsiasi momento utilizzando WebAccess. Qualsiasi utente con browser Web e credenziali di accesso a LinkStation sarà in grado di visualizzare foto, video e altri contenuti.

Confezione e contenuto

Il BUFFALO LinkStation Pro (della serie VL) è disponibile in tagli da 1TB e 2TB; nel nostro caso analizzeremo quello da 1TB.

Iniziamo a vedere come si presenta la confezione:




Nel bundle vi è il giusto per "mettere in moto" il NAS:

- Alimentatore (con plug intercambiabili)

- Cavo LAN (piatto)

- CD d' installazione

Il manuale cartaceo, non è presente, ma all'interno del cd troviamo un link che rimanda alla pagina del download (scelta che risulta comunque discutibile vista la natura del prodotto).

Prodotto

Analizziamo ora il nostro prodotto, tenuto ben stretto nella scatola tra due fermi di cartone:


Al primo impatto sembra un normale box per Hard Disk esterno, con uno chassis in plastica nera lucida sagomata e smussata dalle linee moderne e dai molti fori e feritoie per la convogliazione del calore all'esterno.

Sul frontale vi sono due led (di colore blu): quello in alto indica lo stato delle attività, e quello in basso (che è anche un pulsante) per attivare e monitorare la funzione - DirectCopy - (della quale parleremo in seguito).



Nel retro (dall'alto in basso) troviamo:

  • una ventola, che serve a matenere basse le temperature all'interno del box (espellendo l'aria calda), molto silenziosa che si fa sentire solo raramente;
  • una porta USB, che possiamo sfruttare sia per la funzione DirectCopy, sia per collegarci una stampante (che diventerà di rete e condivisa);
  • il tasto di accensione, OFF - ON - AUTO: in particolare in auto renderà il prodotto "green" , permettendo un' accurata gestione del risparmio energetico, andando in stand-by qualora non lo si stesse sfruttando;
  • la porta LAN per il collegamento al Router
  • il connettore per la rete elettrica.

Qui di seguito, riportiamo le specifiche tecniche complete dell'unità:


Accensione e Installazione

Inserendo il CD parte in Autorun una schermata dalla quale è possibile scegliere l'opzione a noi più utile:


La prima cosa che facciamo è l'installazione del software Link Navigator che ci permetterà di navigare all'interno della risorsa di rete. Gli utenti più pratici possono pure omettere questo passaggio; ricercando nella rete è comunque possibile raggiungere il disco, ma col software di gestione risulta più facile e gradevole la gestione.



Avremo inoltre informazioni utili, riguardandi l'indirizzo IP e lo spazio disponibile.

A fine installazione, abbiamo la possibilità di installare anche software e contenuti aggiuntivi o di leggere/scaricare il manuale utente.


Pannello di controllo - Interfaccia WEB

Premettendo che abbiamo impostato la lingua in  italiano, la prima schermata che ci balza all'occhio, dopo il login iniziale (digitando da browser l'indirizzo IP della LinkStation), è l' area:

- Cartelle condivise -

In essa c'è una sezione riguardante le impostazioni delle cartelle dalla quale è possibile creare cartelle condivise, impostare gli attributi (lettura, scrittura, etc.) e volendo proteggerle con password. Nell'altra sezione vi è la parte riguardante la copia diretta, dalla quale poter scegliere e cambiare la cartella di destinazione per la funzione "DirectCopy".


- Utenti/Gruppi -

In quest'area abbiamo la possibilità di gestire gli utenti e i gruppi di accesso alla "stazione". Infatti se  la LinkStation è utilizzata da più persone, possiamo inserire nuovi utenti con relativa password di accesso; per quanto riguarda i gruppi, possiamo decidere di limitare i diritti, ad esempio a qualche gruppo/utente possiamo dare il permesso di sola lettura dei file o impedire di modificare le impostazioni, etc.


- Rete -

In quest'area si accede alle caratteristiche di rete (con possibilità di modificarle): indirizzo IP,  DHCP, etc.; inoltre è possibile abilitare i servizi AFP e FTP.


- Sistema -

Questa è l'area di configurazione: da quì e possibile modificare nome, data, ora, lingua; possiamo gestire la parte di archiviazione (l'HD fisico); impostazioni di backup; manutenzione; opzioni di risparmio energetico e ripristino/formattazione dell'hardware.


- Estensioni -

Questa, a nostro avviso, è l'area più interessante; è ciò che fa del BUFFALO LinkStation Pro qualcosa di più di un disco di rete. Vi è la possibilità di configurare il servizio di WebAccess, messo a disposizione da - BuffaloNAS.com - , configurare ed agire sulle funzioni di Server Multimediale, Print Server, Client BitTorrent e Time Machine (per i sistemi Mac).


Funzionalità aggiuntive

Abbiamo detto che il BUFFALO LinkStation Pro non era un normale HD di rete, infatti il suo utilizzo non è limitato alla sola archiviazione di file, ma possiamo definirlo un Multimedia Storage Server.

  • Server Multimediale: essendo un dispositivo certificato DNLA Server, esso è in grado di garantire lo streaming di file multimediali (quindi video, immagini e musica) a client (siano essi pc, console o qualsiasi dispositivo certificato DNLA) connessi alla rete. Il tutto avviene con estrema facilità, non solo con il pc con il quale risulta molto intuitivo "beccare" i contenuti nella rete (come se si trovassero sul pc stesso), ma anche usando i sistemi integrati nelle console o tramite itunes (automaticamente lo ritroveremo nelle librerie condivise) subito saremo in grado di riprodurre qualsiasi contenuto (limitatamente alle specifiche del client).


  • WebAccess: questa funzionalità ci permette di accedere ai file sul nostro LinkStation attraverso internet. Tramite un servizio messo a disposizione da buffalonas.com, possiamo accedere tramite browser o tramite applicazioni dedicate (iPhone e iPad) alle cartelle che decidiamo di condividere via web. Possiamo decidere di condividere contenuti anche con altre persone, fornendo le credenziali di accesso; a tal proposito, prima di utilizzare tale servizio bisogna effettuare una piccola "registrazione" sul sito della buffalo (fatta direttamente dal pannello di controllo del LinkStation) ed impostare quali cartelle condividere con relativi permessi.





  • BitTorrent: vi è anche un client BitTorrent integrato, molto semplice e facile da impostare; in questo modo possiamo scaricare i file multimediali direttamente sul LinkStation, senza dover necessariamente tenere il PC acceso. Risulta facile capire il risparmio di energia che ne deriva e la comodità di avere "qualcuno" che lavora in maniera autonoma per noi.


  • DirectCopy: tale funzione ci permette di copiare automaticamente film, musica e immagini direttamente sul LinkStation da un dispositivo USB. Dopo aver collegato il dispositivo alla porta USB (sul retro) avremo la possibilità di attivare tale funzione con il tasto posto sul frontale del LinkStation e automaticamente ci ritroveremo copiati i file nella cartella condivisa (in una sottocartella con la data).
  • Server di stampa: è possibile collegare una "normale" stampante al connettore USB del LinkStation e usufruire così di una stampante di rete.

  • Time Machine: per tutti i Mac user, con Mac OS X 10.5 e versioni successive, è possibile utilizzare il LinkStation anche come una comoda unità di backup.

Considerazioni finali

Il LinkStation Pro di BUFFALO è un dispositivo "all-in-one" che offre sicuramente qualcosa in più di una semplice condivisione di file in rete; un prodotto dedicato ad un'ampia fetta di utenza in quanto risulta possibile l'utilizzo sia a casa che in piccoli uffici. E' piccolo, compatto, consuma poco, facile da installare e configurare in quanto possiede una web-admin molto intuitiva. Abbiamo trovato inoltre funzionalità aggiuntive molto interessanti ed "al passo con i tempi"!

Volendo essere un pò "pignoli", l'unità potrebbe risultare leggermente rumorosa se si volesse utilizzarla nelle ore notturne come client BitTorrent, ma durante il giorno non rileviamo alcun fastidio. Un' altra pecca che dobbiamo segnalare è l'impossibilità di effettuare il collegamento al PC con la porta USB (non avendo nessuna USB out) come un normale disco esterno, cosa che invece soluzioni più economiche possiedono.

In definitiva, considerando il prezzo (che si aggira sui 200€) ci sentiamo di consigliarlo a tutti coloro che hanno più di un PC in casa e qualche dispositivo multimediale DNLA, in tal modo potranno ottimizzare gli spazi concentrando i file multimediali e di backup in un unico storage.


Condividi


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alfonso Conte

c'è già la versione "nativa" da 2tb e risparmieresti pure nel comprare quella da 1TB + HD aggiuntivo. E' pur vero che la soluzione da te proposta ti permetterebbe di "guadagnare" l'HD da 1TB originale, ma occhio che aprendolo probabilmente si invaliterebbe la garanzia.

Andrea de Filippo

come nas mi piace poi un pò di voglia si apre e si mette se necessario un 2tb samsung che costa 74 euro =)

Alfonso Conte

Per il prezzo non si è potuti essere precisi (appunto per le offerte che si possono trovare) ma indicativamente è circa 200€, anzi dovrebbe essere precisamente 209€!
Probabilmente quello che indichi(dalla foto non ha la "V" sul frontale) dovrebbe essere LS-XHL, poi chiedi ai venditori prima di valutarne l'acquisto.

Carlo Raffaele Valentino Molin

mia madre lavora in un ingrosso di pc ed elettronica, devo vedere se hanno quest articolo e a che prezzo :evilgrin: :evilgrin: :evilgrin:

Alfonso Conte

si questo è vero, uno deve comunque valutarne l'utilizzo. Però come hai detto tu e come si è fatto intuire per la maggior parte delle persone è un buon prodotto e ben completo!
PS: poi esiste anche la versione da 2TB ed occhio (per il prezzo) che questo è il nuovo modello LS-VL e non LS-XHL.

Andrea de Filippo

ricerca fatta su ebay si trova a 188 =)

Andrea de Filippo

secondo me da possessore di drobo questo buffalo ha un prezzo molto interessante sicuramente si trova a meno dei 200 euro basta usare ebay e qualche engozio specializzato....ottimo prodotto bella interfaccia in italiano e ben curata facile l'installazione se pur avendo molti parametri impostabili....penso che per una casa normale 1tb su rete lan bastano per tutti sono sufficienti....per me non bastarebbero io o un drobo 4 cassetti sata primo cassetto 1tb secondo con 2tb samsung e il terzo in arrivo un 2tb samsung :-D purtroppo i film in mkv occupano molto....

Alfonso Conte

Grazie! ;-)
Più che altro è stata difficile da sintetizzare, poteva risultare molto dispersiva!

Alfonso Conte

si, si riesce a trovare; a tal proposito puoi fare una ricerca sul trovaprezzi.
PS: attenzione che questo è LS-VL e non LS-XHL!

Carlo Raffaele Valentino Molin

uuh è vero, la pagina confezione e contenuti l'avevo saltata xD
il prezzo non mi sembra male... ma è già in commercio?

Alfonso Conte

ma molto più piccola, diciamo una "mini" :-D

Alfonso Conte

c'è anche la versione da 2TB!

Carlo Raffaele Valentino Molin

anche se assomiglia ad un xbox 360 ;-) ;-) :-D

Carlo Raffaele Valentino Molin

sembra MOLTO interessante!!! sopratutto per il bittorrent integrato che continua a scaricare anche a pc spento!! anche se per come sono fatto io 1 TB sarebbe poco! :-P xoxo

Salvatore Gallo

Complimenti Alfonso non era semplice :evilgrin:

Surface Pro 3: la recensione di HDblog.it

Creative svela il DAC USB Sound Blaster E5

Toshiba pronta con il Chromebook CB30-007 da 13,3"

ASUS X99 ROG Rampage V Extreme: ecco la nuova regina delle schede madri