Philips Brilliance 220X1SW LightFrame

28 Febbraio 2010 0

Ognuno di noi nel corso della sua vita ha posseduto almeno un prodotto Philips, azienda nota a livello mondiale e attiva in ambiti talmente diversi che richiederebbero certamente un articolo a parte per poter essere discussi. Limitandoci ai prodotti tecnologici, o per meglio dire High-Tech, il marchio Philips viene sicuramente associato istintivamente alla vasta gamma di Schermi, TV, Monitor che in questi anni ha presentato al suo pubblico; tuttavia questa non è che una parte dell'offerta che l'azienda di Amsterdam è capace di offrire ai suoi utenti.

Sfogliando online il vastissimo catalogo troviamo diversi prodotti che hanno a che fare col mondo del PC, dai monitor, settore in cui l'azienda è tra i leader a livello mondiale, alle periferiche audio, accessori per notebook e molto altro. In questa recensione ci occuperemo di un monitor LCD della serie Brilliance, e più precisamente del 220X1SW, pannello caratterizzato da una diagonale da 22" e dalla tecnologia LightFrame.

La tecnologia Philips Light Frame è concepita per non affaticare la vista a chi usa il PC per diverse ore, questo attraverso un cornice luminosa regolabile su più livelli che è possibile attivare e gestire con molta semplicità. Nel paragrafo successivo vedremo meglio le caratteristiche tecniche di questo monitor.

philips_logo


Scheda Tecnica

Vediamo nel dettaglio le specifiche tecniche del Philips 220X1SW:

Philips_Brilliance_220X1SW_specifiche

Philips_Brilliance_220X1SW_specifiche_2

Il 220X1SW è un pannello TN (Twisted Nematic), indicato quindi per chi cerca buone prestazioni dal proprio monitor a un prezzo non troppo elevato. Il tempo di risposta di 2ms è un buon biglietto da visita, riferito però al valore Grey To Grey come per la maggior parte dei monitor di questo tipo; Philips comunque non maschera nessun parametro indicando un tempo di risposta "tipico" di circa 5ms.

La caratteristica principale di questo prodotto è sicuramente la tecnologia Light Frame che, come si può vedere nell'immagine che segue, è una cornice di colore blu che ha il compito di rilassare la vista. L'illuminazione può essere regolata su 3 livelli o disattivata, noi per comodità l'abbiamo impostata a Livello 3 con buoni risultati:

Philips_Brilliance_220X1SW_25

Segnaliamo inoltre la funzionalità SmartImage che permette di personalizzare la visualizzazione in base al contenuto, il tutto con un semplice tasto.

Philips_Brilliance_220X1SW_24


Aspetto - Ergonomia

Come precedentemente detto, il Philips 220X1SW LightFrame ha un pannello da 22 pollici con risoluzione massima pari a 1680x1050 pixel. Il monitor è in formato widescreen 16:10, ma è possibile impostare la visualizzazione a 4:3.

Philips_Brilliance_220X1SW_1t

La scocca bianca patinata conferisce a questo monitor un design che ben si adatta a un salotto, ma non dispiace comunque per un ufficio:

Philips_Brilliance_220X1SW_2

La base è molto solida e di facile rimozione, basta infatti premere sul pulsante bianco posto in basso:

Philips_Brilliance_220X1SW_3t

Per quanto riguarda invece l'inclinazione abbiamo un angolo che va da -5° (in avanti) a 20°:

Philips_Brilliance_220X1SW_4t

Philips_Brilliance_220X1SW_5t


Aspetto - Connessioni

Veniamo ora al retro del pannello che ospita tra l'altro i vari connettori video e di alimentazione.

Philips_Brilliance_220X1SW_6

E' possibile connettere questo monitor sia a fonti analogiche che digitali, inoltre Philips integra un'interfaccia USB 2.0 con la possibilità di collegare un'altra periferica:

Philips_Brilliance_220X1SW_8

Sempre sul retro troviamo le specifiche elettriche; i consumi si attestano intorno ai 20W in modalità Standard, mentre se si adopera la funzione ECO (o Risparmio Energetico) si scende a 17,5W. In modalità Standby il consumo è inferiore a 0,5W.

Philips_Brilliance_220X1SW_9

Tutte le funzioni sono controllabili attreverso il pannello posto sulla parte laterale sinistra; oltre alla navigazione del menu troviamo due tasti di scelta rapida per settare il LightFrame e la funzionalità SmartImage (in basso).

Philips_Brilliance_220X1SW_7


Menu OSD

La navigazione nel menu (multilingua) risulta molto semplice e non richiede particolari spiegazioni in quanto permette di regolare numerose funzioni del 220X1SW anche ad un utente poco esperto.

Philips_Brilliance_220X1SW_17

Oltre alla configurazione della cornice, troviamo la voce Formato Immagine che permette all'utente di passare dal formato widescreen al classico 4:3:

Philips_Brilliance_220X1SW_18

Philips_Brilliance_220X1SW_23

Il colore può essere gestito in diverse modalità e anche con i 5 profili SmartImage:

Philips_Brilliance_220X1SW_19

Philips_Brilliance_220X1SW_20

Philips_Brilliance_220X1SW_21

Nell'ultima sezione troviamo una delle voci più utili, ossia il Reset, di grande utilità qualora le nostra impostazioni risultino poco efficaci.

Philips_Brilliance_220X1SW_22


Angolo di Visione

Sono due le caratteristiche più criticate nei pannelli TN, un limitato angolo di visione verticale e la resa dei colori non adatta ad usi professionali. Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto la possibilità di visualizzare 16,7 Milioni di colori rappresenta un passo in avanti permettendo di ampliare di più il campo di utilizzo di questo prodotto, e permettendo di avere risultati migliori nelle applicazioni di tutti i giorni.

Chi cerca un buon monitor ma non vuole o non può spendere troppo ovviamente mette in conto un compromesso, che, come abbiamo detto, si traduce anche in un angolo visuale ridotto rispetto ai monitor professionali. Quello che non si mette in conto e che spesso succede con alcuni prodotti è invece la perdita di qualità che già si manifesta intorno ai valori dell'angolo visuale dichiarato dal produttore.

L'angolo di visione dichiarato da Philips per il 220X1SW è di 160° (O) e 160° (V), e dobbiamo dire che avvicinandosi a questi valori non abbiamo notato distorsioni cromatiche dell'immagine.

Philips_Brilliance_220X1SW_10

Non è semplice riprodurre in foto questa situazione che richiederebbe un'osservazione sul campo; tra l'altro abbiamo lasciato attiva la cornice che potrebbe alterare ulteriormente l'immagine fotografata, ma ci sembrava giusto rilevare il comportamento del monitor in una situazione "normale".

Philips_Brilliance_220X1SW_11

Nelle immagini che seguono riportiamo il comportamento del monitor ripreso da visuali diverse sia verticali che orizzontali:

Philips_Brilliance_220X1SW_12

Philips_Brilliance_220X1SW_13

Philips_Brilliance_220X1SW_14

Philips_Brilliance_220X1SW_15


Calibrazione

Il Philips Brilliance 220X1SW LightFrame è certificato Windows Vista, tuttavia abbiamo trovato piena compatibilità anche con Windows 7; sul sito del produttore è addirittura presente un profilo colore (ICC) per Windows 7. Di default, ossia senza profilo colore, resettando il monitor a noi pervenuto per questo articolo, abbiamo riscontrato settaggi non ottimali, caricando il profilo colore Philips le cose sono migliorate vistosamente.

Ovviamente non ci siamo accontentati e abbiamo effettuato una calibrazione tramite colorimetro facendo poi una comparativa. I risultati sono interessanti, e ci dicono che le cose potevano essere ancora migliorate:

Prima

profilo_philips_thumb

Dopo

profilo_spider_thumb


Conclusioni

Al termine della nostra prova siamo rimasti soddisfatti dal Philips Brilliance 220X1SW, un monitor orginale nel design ma anche di qualità e con buone prestazioni. La tecnologia LightFrame che caratterizza questo prodotto risulta abbastanza funzionale, anche se a nostro avviso il terzo livello di illuminazione (il massimo) potrebbe risultare in alcuni casi fastidioso; consigliamo quindi di adottare i livelli 1 o 2.

Le caratteristiche di questo pannello lo rendono una buona scelta per giochi, internet, applicazioni office, ma la resa cromatica non è certo da buttare via, visto i 16,7 milioni di colori visualizzabili e gli accorgimenti adoprati da Philips (Smart Contrast, True Vision) per migliorare questo aspetto.

Il Philips Brilliance 220X1SW Lightframe è presente sul mercato italiano già da qualche tempo, attualmente online può essere acquistato a circa 170/180 Euro.

Condividi


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Toshiba Chromebook 2: la recensione di HDblog.it

AMD Radeon R9 390X: più veloce della GeForce GTX 980 nei nuovi Benchmark

Monitor ASUS ROG Swift PG278Q con G-Sync | Recensione di HDblog

Nvidia GeForce GTX 980 "Maxwell": La recensione di HDBlog